Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Ztl, i commercianti chiedono un nuovo incontro con Del Gaudio. Da domani stato d’agitazione ad oltranza

16 / 04 / 2013

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Le associazioni Confcommercio Ascom e Confesercenti precisano che non hanno lanciato una sfida all’amministrazione comunale di Caserta, né tanto meno “tenerla in ostaggio”; hanno richiesto un incontro urgente ed improcrastinabile in merito alle questioni già lungamente dibattute. L’incontro tende ad apportare contributi migliorativi alla Ztl e realizzare quello  che anche il sindaco intende perseguire: “il Progetto Caserta”. “La protesta, iniziata col corteo dello scorso 10 aprile durante il quale oltre 200 esercenti hanno chiuso le attività commerciali, e non  15 come il sindaco afferma, ed al quale hanno anche di partecipato cittadini residenti, tende non alla eliminazione della ZTL, ma ad una sua sospensione, solo su Corso Trieste, in attesa che si creino i presupposti che anche il signor sindaco sta vedendo in questo momento a Berlino, che sicuramente non si limitano ad una interdizione del traffico su di una asse viario, ma programmazione di azioni di marketing, servizi che creino vivibilità e che rendano il tratto Ztl non un “mero corridoio” ma un luogo da vivere”. La lettera inviata al Prefetto, al sindaco  e ai cittadini, nelle intenzioni dei commercianti tendeva a spiegare cosa le associazioni intendevano realizzare con il “centro commerciale naturale” semplificandola in otto punti: apertura totale del tratto di corso Trieste dal Monumento ai Caduti fino all’intersezione con via don Bosco e via Colombo; apertura totale dal lunedì al venerdì del tratto di corso Trieste dall’intersezione con via don Bosco e via Colombo fino al tratto piazza Margherita, con chiusura il sabato, la domenica e festivi con orario dalle 10 alle 22; cambio degli orari degli esercizi commerciali; riduzione del costo del parcheggio; farsi carico della prima ora di parcheggio; progetto di creazione di eventi per il centro storico; fidelity card; bike sharing. Questa lettera, denunciano le associazioni, pare che non sia stata nemmeno letta dal sindaco Pio Del Gaudio. I commercianti intervengono anche su quanto accaduto sabato 13 aprile, con i controlli effettuati nel centro storico, ribadendo il rispetto per la legalità. Per questo, le associazioni comunicano che domani inizierà lo stato di agitazione con lo spegnimento delle luci delle attività commerciali. Resta comunque la disponibilità ad un confronto co tutte le parti sociali della città.
 
ztl caserta commercianti ascom ascom pio del gaudio
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.