Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

"Ztl Caserta, residente del centro storico multato 4 volte in un giorno. E senza parcheggio non viene rilasciato il pass..."

11 / 12 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Ci sono casi di cittadini casertani prigionieri della ztl, o meglio gli è impedito arrivare sotto casa con la propria auto. Sono questi i primi e non ultimi disagi che i casertani dovranno subire per un regolamento che etichettarlo come raffazzonato gli si fa un complimento. Con le prime multe, delle migliaia già pronte, escono fuori i difetti di un provvedimento che se pur utile alla città, sta arrecando solo seccature e pochi benefici. Le pecche sono venute fuori, grazie ad un cittadino casertano da poco trasferitosi nel capoluogo, giusto giusto per apprezzare il nuovo dispositivo fortemente voluto da questa amministrazione. Un casertano che abita nel centro storico, e che magari lavora fuori città, utilizzerà la propria autovettura almeno due volte a giorno per andare e tornare dal lavoro; se poi gli scappa di andare a fare la spesa, o di accompagnare il bambino in piscina, allora è meglio che abbia un ottimo stipendio per poter effettuare tali spostamenti motorizzati, perché una giornata tipo gli costa almeno 360,00 euro di multe. Qualcuno sorriderà, ma è realmente successo. Il povero residente del centro storico, per un errore di comunicazione, era in attesa che il pass gli fosse spedito a casa e sicuro che la sua targa fosse già stata inserita nel cervellone, ma all’arrivo della prima multa gli è saltata la mosca al naso. Recatosi presso gli uffici del Comune, ha scoperto di non essere stato censito e perciò non autorizzato. Meschino, non osa immaginare quante saranno le multe che gli arriveranno. Ma oltre il danno la beffa, recatosi  all’ufficio preposto per richiedere nuovamente il pass, gli è stato richiesta la certificazione di possesso di un posto auto al civico di residenza. Siamo alla frutta, questo significa che per scaricare la spesa, per accompagnare il nonno claudicante, per un intervento di soccorso urgente, insomma per qualsiasi caso fosse necessario arrivare con l’auto sotto casa, il cittadino è costretto a pagare una multa di 90.00 euro. E’ vergognoso. Ma pochi cittadini sanno, anzi quasi nessuno, che se sfortunatamente si entra nella ztl, e se non si esce alla primo varco possibile, ogni attraversamento di ulteriore varco è una multa in più, per farla breve le multe sono cumulabili come i punti Miralanza. D'altronde per raggiungere i 4.000.000, 00 di euro relativi ai proventi delle multe, così come previsto dal bilancio, in qualche modo si dovrà pur fare. Credo che questa sia solo la punta dell’iceberg, acquisirò maggiori notizie nelle prossime ore per produrre una opportuna interrogazione consiliare.

Edgardo Ursomando, consigliere comunale Caserta Viva

ztl caserta traffico edgardo ursomando edgardo ursomando raffica di multe
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.