Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Sede dell`Alberghiero scippata da Aversa, il gruppo del sindaco al contrattacco: "Tutta colpa del Pd, ecco la verit"

24 / 09 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


“Il sindaco Liguori non ha bisogno di incantare gli uomini della maggioranza, né ha intenzione di farlo con quelli dell’opposizione, ma, d’accordo con tutta la sua amministrazione, e soprattutto su mandato dei cittadini di Cesa, sta attuando quello che è il suo programma elettorale, nella fattispecie restituire alla gente l’istituto in Villa Aldo Moro e risparmiare sui fitti pagati dal Comune”. E’ questa la risposta che il movimento politico Cesa al centro dà per difendere il sindaco Udc dagli attacchi del Pd che lo ha accusato di aver perso la sede dell’Alberghiero nonostante la vicinanza politica col presidente della Provincia Domenico Zinzi: “Le comunicazioni intercorse tra il Sindaco e la Provincia, non sono affatto una simulazione, essendo tutte lettere ufficiali con tanto di protocollo, e sono state seguite da incontri per discutere  “de visu” la questione “Alberghiero”. Vi sono stati incontri tra il Sindaco, il Presidente Zinzi ed il Direttore Generale  Picaro, e tra il vicesindaco D’Agostino, la dirigente provinciale alla Pubblica istruzione Rossi e l’assessore provinciale Cincotti. Se dubita di questo, Guida può incaricare il Consigliere Provinciale Fiorillo di chiederne conferma agli interessati. Perché la Provincia ha deciso di pagare altrove e non a Cesa non dovete chiederlo all’Amministrazione Liguori, ed è inutile tirare in ballo appartenenze di partito del sindaco, di esponenti della maggioranza, o addirittura di un consigliere provinciale al solo fine di creare confusione; l’Amministrazione Liguori è coesa e compatta. Ci vuole una grande faccia tosta a chiedere a noi perché la provincia paghi altrove e non a Cesa. Siamo stati forse noi a sottoscrivere la convenzione con la Provincia? Guida perché non lo chiede al suo partito che è l’artefice della convenzione? E’ doveroso evidenziare che la stipula di una convenzione della Provincia con un altro Comune, dietro pagamento, riaccende la polemica del perché solo a Cesa, con la vecchia amministrazione targata “PD”, non siano stati in grado di trarre vantaggio per la comunità dalla cessione dell’immobile, ma abbiano solo aggravato le spese a carico dei cittadini di Cesa”.
Politica Aversa Cesa Gioia Sannitica Gioia Sannitica San Potito Sannitico
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.