Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Riparte lo scuolabus, ridotte le tariffe per le famiglie. E Porfidia si `scusa` per non averlo reso gratuito

24 / 09 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Riparte il servizio scuolabus per gli alunni delle scuole materne e delle elementari anche a Recale. Un servizio che era stato sospeso dalla vecchia amministrazione Porfidia in quanto troppo costoso per le casse del comune considerato l’esiguo numero di bambini che ne usufruivano. Un risultato a cui ha lavorato l’intera amministrazione Vestini, che aveva puntato su questo servizio anche in campagna elettorale, e che ad ottobre entrerà in vigore a pieno regime. Soddisfazione nelle parole dell’assessore alla Pubblica Istruzione Lello Porfidia: “E’ un servizio che ci auguriamo possa essere sfruttato da tante famiglie. Abbiamo drasticamente ridotto la quota mensile per consentire ad un numero sempre più ampio di famiglie di evitare la macchina per accompagnare i figli a scuola. Eviteremo così anche quei fastidiosi ingorghi all’entrata ed all’uscita dei plessi scolastici. Siamo passati dai 27 euro mensili, previsti dalla precedente amministrazione, ai 10 euro mensili per quest’anno scolastico. Previste agevolazioni sul secondo figlio che pagherebbe solo 8 euro mensili mentre il terzo addirittura 6 euro. So perfettamente che avevamo promesso, in campagna elettorale, un servizio scuolabus gratuito. Siamo rammaricati di non poter mantenere quella promessa e chiediamo, da persone mature e coscienziose, scusa ai concittadini ma, le ristrettezze economiche dell’ente, non ci consentono di procedere secondo le nostre intenzioni”.
Politica Recale Valle di Maddaloni Gioia Sannitica Gioia Sannitica San Potito Sannitico
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.