Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

CAMORRA & APPALTI Imprenditore ucciso a Caserta, Belforte: "Io l'ho ordinato, ma ci sono latitanti"

24 / 07 / 2015

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Dopo Salvatore Belforte anche il fratello Domenico si dice pronto a parlare ed a svelare killer e mandanti dell'omicidio di Vincenzo Passariello, avvenuto nel 1998 a San Clemente di Caserta. Salvatore Belforte in un verbale depositato dalla Dda nei mesi scorsi ha avuto gia' modo di accusare l'imprenditore di Marcianise Angelo Grillo, affermando: "Grillo mi disse che questo imprenditore che come voi mi indicate mi pare si chiamasse Passariello, si stava aggiudicando tutti gli appalti al posto suo e quindi mi chiese espressamente di intervenire per risolvere questa situazione". Passariello e' il fratello del consigliere regionale Luciano Passariello che, proprio a NoiCaserta, esterno' con voce rotta il suo ricordo. In particolare del giorno del funerale: "Ho chiaramente davanti agli occhi l'immagine di Angelo Grillo al funerale di mio fratello - racconto' l'esponente di Fratelli d'Italia. Poi con Grillo sono stato anche a pranzo insieme qualche volta. Ci conoscevamo, lavorando nello stesso settore. Stento a credere a quello che leggo…". Ed ora bisogna capire cosa potra' aggiungere a questo quadro Domenico Belforte che nella missiva inviata alla Dda per il tramite del suo avvocato di fiducia Massimo Trigari, si accusa dell'omicidio come mandante insieme al fratello Salvatore "per trarre benefici per gli associati al clan Belforte irreperibili e latitanti". E proprio quest'ultimo passaggio e' importante, perche' il capoclan dei Belforte parla di persone "irreperibili e latitanti" mentre Angelo Grillo, accusato dal fratello Salvatore e' gia' in carcere. Questo farebbe capire che ci sono altre persone invischiate in questo delitto i cui nomi ancora non sono saltati fuori.

marcianise camorra appalti domenico belforte salvatore belforte omicidio passariello
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.