Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Camorra e usura, arrestati 2 fratelli e commercianti di auto usate

27 / 10 / 2015

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


La Guardia di Finanza ha arrestato i fratelli di Marcianise Pietro e Michele Campomaggiore, di 57 e 52 anni. I due sono accusati di usura aggravata dall'articolo 7. Secondo la Dda di Napoli, gli indagati avrebbero approfittato dell’attività di rivenditori di auto usate per costringere le vittime, imprenditori locali, ad acquistare vetture a un prezzo doppio rispetto a quello di mercato, corrispondendo quote mensili con interessi usurari “che in alcuni casi hanno raggiunto la soglia del 60-70%”. Le vittime, “soggette a gravi e frequenti atti di intimidazione”, sono tutte della provincia di Caserta e in molti casi operano nel settore delle auto usate. Inizialmente reticenti, hanno confessato di essere da decenni nella morsa dell’usura. I Campomaggiore sono accusati di concorso esterno in associazione mafiosa ed usura aggravata dal metodo camorristico. Sulla base di quanto accertato, la Procura ha disposto anche il sequestro preventivo nei confronti degli indagati, di soggetti appartenenti al loro nucleo familiare e di prestanome, di immobili, conti correnti, quote societarie e beni mobili per un valore di oltre 4 milioni di euro. Ai fini della confisca, sono stati sottoposti a vincolo 20 appartamenti, 6 terreni e 294mila euro in contanti.

marcianise arrestato pietro campomaggiore michele campomaggiore usura camorra
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.