Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

I commercianti protestano in Comune

26 / 01 / 2015

|

Pina Monteforte

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Continua la diatriba sulla chiusura di corso Giannone a Caserta che sembra aver creato non pochi problemi alle attività commerciali: gli incassi sono deludenti ed alcune zone soffrono una desertificazione non indifferente. Sono questi i risultati del provvedimento preso dal sindaco Pio Del Gaudio in vista dello sforamento del livello di Pm 10; queste le cause principali che hanno portato i commercianti ad avere un confronto diretto col primo cittadino in cerca di altre soluzioni.

Del Gaudio a ‘colloquio’ coi commercianti. Un confronto civile quello avvenuto nella ‘tana’ del sindaco nel pomeriggio di oggi: a farsi portavoce dei disagi dei commercianti è stato il vicepresidente provinciale di Confesercenti, Lello Valentino, accompagnato dal coordinatore provinciale, Gennaro Ricciardi, e da una rappresentanza di negozianti (tra cui Gaetano Ciontoli, Vincenzo Schiano, Tommaso Russo). “Un provvedimento troppo lungo” , così definito, che ha danneggiato non solo le attività commerciali lungo il corso ma anche quelle delle zone limitrofe come via Sant’Antonio e via Ferrante. La strada della movida casertana, infatti, vive un “totale congelamento delle attività” e non è solo la chiusura di corso Giannone ad attentare gli incassi: i commercianti del centro storico, infatti, lamentano anche la chiusura del parcheggio ‘ex caserma Pollio’ a causa dei lavori in corso, e chiedono al sindaco una sollecitazione al fine di riaprire almeno una parte del parking per andare in contro ai clienti.

Le proposte dei commercianti. L’incontro di oggi non vuole mettere a tacere un problema ambientale che di fatto c’è ma vuole significare un punto di accordo che non crei squilibri. I commercianti propongono, però, soluzioni alternative e meno drastiche, come l’istituzione di domeniche ecologiche e parcheggi a piazza Vanvitelli che fungano da punto di raccolta nelle ore di punta. E’ noto a tutti, infatti, che i disagi maggiori coincidono con gli orari di ingresso ed uscita dalle scuole quando genitori troppo risoluti nel non voler abbandonare le quattro ruote sostano in doppia fila e contribuiscono all’aumento delle polveri sottili. «Siamo in attesa dei nuovi dati» risponde il sindaco e  promette: «Entro venerdì tutto sarà risolto».

caserta corso giannone chiuso traffico commercianti Pio Del Gaudio
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.