Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Gassificatore, guerra tra Comuni: parte il ricorso al Tar

21 / 08 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


E' ancora il gassificatore di Capua a tenere banco in questa calda estate casertana. Ed è una guerra vera e propria. Da un lato il sindaco di Pignataro Raimondo Cuccaro guida la rivolta dei sindaci caleni ed ha firmato il ricorso al Tar contro l'impianto che dovrà sorgere a Capua. Un coro di no al quale si aggiunge anche il gruppo di Rifondazione comunista che, tramite  Michele Merola, responsabile provinciale dipartimento Ambiente e Territorio, accusa: «Abbiamo letto con attenzione la convenzione tra il Comune di Capua e la società provinciale Gisec sulla costruzione del Gassifiicatore di Capua, convezione che detta le norme per la costruzione e per la successiva amministrazione dell'impianto, nonchè dei relativi ristori o compensi per avvelenare i Capuani e tutto l'agro Caleno. Ristoro che ad una prima lettura spetterebbe solo al comune di Capua e per i  suoi cittadini  sarebbe inoltre previsto un drastico abbassamento della Tarsu. Diciamo subito a scanso di Equivoci che non siamo interessati nè al ristoro nè all'abbassamento della Tarsu, se questo deve significare avvelenare le nostre terre e la nostra aria per i prossimi venti anni, ma già riscontriamo in queste norme una palese ingiustizia, la Convenzione sembra scritta se come tutta la faccenda Gassificatore fosse solo un problema tra il Comune di Capua e la società Gisec, che rappresenta la provincia e che a suo dire rappresenterebbe il braccio operativo nella gestione dei rifiuti in provincia di Caserta. Non si fa minimamente menzione nella convenzione al ruolo e a ciò che pensano di tutta questa vicenda le amministrazioni dei Comuni Limitrofi, che ne sono investiti, tanto quanto il comune di Capua, a dispetto dell'autonomia e della salvaguardia della salute dei cittadini dell'Agro Caleno. Tutta la convenzione non sembra altro che un libro contabile per sistemare i conti in rosso di un Ente disastrato come il comune di Capua".
Cronaca Politica Capua Pignataro Maggiore Pignataro Maggiore Piana di Monte Verna
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.