Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Corvino: "Il mio voto al bilancio contro le lobby del centrodestra ed i ciechi del centrosinistra"

15 / 09 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Il consigliere comunale di minoranza Pasquale Corvino racconta i perché del suo voto positivo al bilancio previsionale 2012. “E’ necessario un chiarimento, considerato il clamore che ha destato il mio voto in controtendenza rispetto all’intera opposizione ed in particolare al gruppo di Caserta Viva. Conosco tutto di tutti, pecche e virtù e perdonatemi l’arroganza, fortunatamente ho una mia personale “sensibilità” politica, che  mi consente di riconoscere i galantuomini dagli giannizzeri o mercenari che dir si voglia. Non c’è niente di illecito o poco chiaro sul mio voto per il bilancio, anzi, oggi voglio parlare di coerenza, parole d’onore, spirito di gruppo e fedeltà ad un’idea. Un voto che è contro ai giochi di lobby, di interessi personali, sicuramente non tesi al bene della città. Una coalizione è tale se al suo interno le forze che la compongono condividono le stesse idee, con la finalità di realizzare ciò che hanno promesso al proprio elettorato attraverso le linee programmatiche, quelle che vengono così tanto pubblicizzate in campagna elettorale. Questa maggioranza non è una coalizione granitica, non persegue un fine comune, è solo un coacervo di anime eterogenee che con questo tipo di atteggiamenti dimostra di non amare la città. Anche se il Sindaco, persona perbene, cerca in tutti i modi di gestire questa allegra brigata. Ma che si arrivasse a questo punto, ne ero già certo, appena dopo aver letto la composizione delle liste elettorali. Mi sono infilato nelle crepe della maggioranza, stigmatizzandone le debolezze con il mio voto. Ma il segnale politico non è rivolto esclusivamente al centrodestra, ma altrettanto forte mi aspetto che arrivi anche al centrosinistra. Un centrosinistra che attualmente è  in assoluta controtendenza rispetto al dato nazionale. Un centrosinistra  sordo e cieco, arroccato su piccole posizioni di potere, che invece di coinvolgere divide e per questo continua a perdere pezzi. Un centrosinistra legato a vecchi pregiudizi, che dovrebbe aprirsi alla gente, diventare leggero, veicolare un sentimento, un’idea, un progetto, insomma far innamorare l’elettore di questa proposta di cambiamento. Invece, devo purtroppo constatare che alcuni individui assurgono a ruoli di leadership, che nessuno gli ha mai riconosciuto, tentando di isolare politicamente chi deve essere utilizzato esclusivamente nelle competizioni elettorali, escludendolo di fatto dalle dinamiche politiche di coalizione. Bene, a questo gioco non ci sto.In ultimo ma non ultimo, voglio ringraziare il consigliere, anzi l’amico Edgardo Ursomando, a cui mi lega un forte sentimento di amicizia, che ultimamente “sopporta” le mie intemperanze e che spero abbia compreso le ragioni del mio atto nell’ultimo consiglio comunale".
Caserta Politica Gioia Sannitica Gioia Sannitica Gioia Sannitica Piedimonte Matese
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.