Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

CAMORRA La Dda indaga sulle vittorie elettorali dell'ex sindaco. Blitz in Comune per i verbali

14 / 05 / 2016

|

Antonio Bruno

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Un'indagine sulle elezioni del 2001 e quelle del 2006 vinte dal centrosinistra con la candidatura a sindaco di Filippo Fecondo è stata aperta dalla Dda di Napoli. Nei giorni scorsi gli inquirenti si sono presentati negli uffici del Comune di Marcianise per farsi consegnare gli atti relativi alle elezioni amministrative suddivise per sezioni elettorali per dare riscontro alle accuse dei pentiti del clan Belforte Michele Froncillo, Bruno e Claudio Buttone che hanno accusato l'architetto di essere stato appoggiato dall'organizzazione criminale per vincere le due tornate elettorali. Fatti e circostanze che adesso dovranno essere riscontrate dagli inquirenti che stanno lavorando col pubblico ministero della Dda Luigi Landolfi. Un procedimento che arriva proprio nel momento più delicato, quello elettorale, che vede l'ex sindaco al fianco del giornalista de Il Mattino Antonello Velardi, candidato sindaco che ha ottenuto, non senza polemiche, il simbolo del Partito democratico e che proprio prima dell'avvio della campagna elettorale aveva annunciato che avrebbe fatto i nomi di chi aveva fatto accordi con la camorra e che ora si trova una grossa gatta da pelare nella sua coalizione.

marcianise indagato camorra filippo fecondo elezioni pentiti
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.