Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

CAMORRA Confiscato il tesoro di Angelo Grillo: 30 milioni in case, societa', auto di lusso e conti correnti

09 / 03 / 2017

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Nella mattinata odierna i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Caserta hanno dato esecuzione ad una sentenza di confisca di beni mobili, immobili, società e rapporti finanziari, ubicati nelle province di Caserta, Benevento, Livorno e Sassari, per un valore complessivo stimato di circa 30 milioni di euro, nella disponibilità di Angelo Grillo, 65 anni di Marcianise, imprenditore operante nel settore delle pulizie e della vigilanza privata, già tratto in arresto il 7 novembre 2013, poiché ritenuto in organico al sodalizio criminale di tipo camorristico dei “Belforte” di Marcianise, e ancora oggi detenuto al regime carcerario del 41 bis OP. Il provvedimento, notificato ad altri 25 soggetti, terzi intestatari dei beni, individuati tra dipendenti, soci e parenti di Grillo Angelo, riguarda in particolare 24 società operanti nei settori delle pulizie e della vigilanza privata, 12 terreni, 10 appartamenti (tra cui uno situato nella rinomata località turistica di Stintino-SS), 2 fabbricati in costruzione, 1 fabbricato industriale, 7 autorimesse, 2 ville, 1 locale deposito, 68veicoli tra cui mezzi d’opera intestati alle società e autovettura di lusso, nonché 165rapporti bancari ed investimenti. La confisca scaturisce dagli accertamenti patrimoniali sviluppati a corollario dell’attività investigativa svolta dai Carabinieri che ha già portato, tra l’altro, dal 2013 ad oggi, all’emissione di vari provvedimenti di misura cautelare personale per 72 indagati.

marcianise confisca angelo grillo camorra clan belforte condanna
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.