Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Brancaccio vuole mettere mano al piano urbanistico e convoca una riunione per lunedì

06 / 09 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


L’obiettivo dichiarato è quello di riequilibrare il territorio, ridisegnando i tratti somatici di una Orta di Atella sempre più pronta a vincere quelle sfide che l’attendono da qui a breve. Aree attrezzate per lo sport, riqualificazione delle periferie e del centro storico, nuovi ed innovativi servizi per i cittadini. Una nuova filosofia urbanistica che, se da un lato, punta a garantire una effettiva integrazione dei nuovi residenti nel tessuto sociale della Città, dall’altra parte ha il proposito di rilanciare l’economia cittadina col risveglio delle attività edili. Tutto questo sarà la nuova Orta di Atella che sta per nascere nel nuovo piano urbanistico comunale ormai compiuto. Con queste premesse si è svolta l’altro giorno al palazzo di città, la conferenza dei servizi che ad oggetto aveva l’approvazione del preliminare di piano. Un tavolo tecnico-politico con protagonisti il pool di professionisti redattori dello strumento e l’intera maggioranza consiliare guidata dal sindaco Angelo Brancaccio, dal quale è emerso in maniera netta la nuova filosofia urbanistica. Due i passaggi significativi contenuti nel nuovo impianto. Il primo è che il Puc non sarà uno strumento di condono o sanatoria; il secondo è che prevede un incremento demografico per i prossimi due lustri di impatto quasi zero non superando il 2 per cento annuo, al cospetto della curva demografica, cioè del tasso di crescita demografica stimato dalla legge, che si attesta a cinque punti percentuali. A questo punto, un altro è lo step prima della definitiva approvazione da parte del Governo cittadino. Proprio perché il Piano ha segnato un momento storico in un processo di grande partecipazione popolare con l’evidente possibilità per cittadini e forze sane della città di essere indiscussi protagonisti portando sul tavolo del confronto proposte, progetti, idee concrete per migliorare Orta di Atella, lunedì 10 settembre, alle 18,30 presso l’aula consiliare cittadina si terrà un pubblico incontro (con cittadini e associazioni) per discutere del preliminare di piano. “Il confronto proseguirà serrato- riferiscono a margine della conferenza- e le forze sane e culturali della comunità ortese, ancora una volta, saranno chiamate a dare un contributo sostanzioso per addivenire alla realizzazione di un strumento di pianificazione urbanistica condiviso e partecipato che contempla il riequilibrio del territorio attraverso la creazione di una serie infrastrutture mancanti.”
Politica Orta di Atella Sport Mondragone Mondragone Curti
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.