Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Assistenza ai disabili, il plauso del vescovo di Sessa agli amministratori di Cellole: "Avete creato qualcosa di importante"

19 / 11 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


 “Welfare Community: l’importanza della rete nella gestione dei servizi rivolti ai soggetti diversamente abili”. E’ questo il titolo del convegno che si è svolto domenica a Cellole, organizzato dall’assessore alle Politiche sociali del Comune, Enzo Freda, presso la sala conferenze della biblioteca comunale in piazza Compasso. La manifestazione è stata organizzata con il patrocinio del Comune di Cellole, dell’associazione ‘Il sorriso della vita onlus’, del Comitato don Peppe Diana e della cooperativa Khorakhanè. Al convegno è intervenuto il sindaco, Aldo Izzo, il vescovo della diocesi di Sessa Aurunca, monsignor Antonio Napolitano, il presidente dell’associazione ‘Un sorriso per la vita’ Antimo Fazzone, il coordinatore del centro polifunzionale ‘Insieme’ Ciro Maisto, Simmaco Perillo del Presidio di Libera Cellole-Sessa, l’assistente sociale del Comune di Cellole, Manuela Ciccarelli ed il parroco della chiesa di San Marco e San Vito, don Lorenzo Albano. Il sindaco Izzo ha portato i saluti di tutta l’amministrazione comunale sottolineando come questa da tempo si impegni nell’ambito sociale. E’ intervenuto poi Fazzone che ha sottolineato l’importanza dell’iniziativa di quest’estate ‘spiaggiabili’ portata avanti con successo e determinazione soprattutto grazie all’aiuto di diversi volontari. Il parroco don Lorenzo ha messo in evidenza il suo contributo alle attività sociali e come la parrocchia si impegni per aiutare chi ne ha più bisogno. La parola è passata poi a Simmaco Perillo che ci ha tenuto a precisare come le cooperative presenti sul territorio abbiano l’obiettivo principale di coinvolgere i diversamente abili anche in attività lavorative. L’assessore Freda ha puntualizzato che il Comune di Cellole “nonostante i tagli alla spesa imposti dal Governo stanzia ogni anno 320mila euro per i servizi sociali, rivolti non solo ai diversamente abili ma anche agli anziani e alle categorie più in difficoltà”. A concludere i lavori del convegno è stato il vescovo della diocesi di Sessa Aurunca, monsignor Napolitano che ha plaudito l’impegno delle cooperative e delle associazioni presenti sul territorio: “Siete riusciti a creare una rete importante sul territorio dove tutti sono al servizio di tutti. Vi faccio i miei complimenti. Sicuramente a muovervi sono stati i sentimenti di solidarietà, giustizia sociale e carità politica. La nascita di un nuovo centro polifunzionale sociale a Borgo Centore mi ha impressionato positivamente”, ha concluso. E terminato il convegno ci si è trasferiti proprio presso la struttura di ‘Insieme’ dove il sindaco ed il vescovo hanno tagliato il nastro inaugurale.
Politica Sessa Aurunca Cellole sessa aurunca sessa aurunca vescovo antonio napolitano
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.