Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Apprendimento e tecnologia, un binomio vincente (soprattutto adesso)

01 / 05 / 2020

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


La tecnologia è uno strumento che si sta dimostrando sempre più utile negli ultimi anni, e in particolar modo in un momento come quello attuale, durante il quale moltissimi italiani sono costretti a trascorrere le loro giornate in casa per via del lockdown generale dovuto alla limitazione dei contagi da Coronavirus. Grazie alla rete, infatti, oltre a restare aggiornati su ciò che accade nel nostro Paese e nel mondo, è possibile proseguire il proprio percorso scolastico ma anche intraprendere un certo tipo di formazione professionale da zero, sfruttando tool, siti e applicazioni appositamente progettati. Vediamo in che modo.

La conoscenza a portata di dito, per adulti e ragazzi

A prescindere dall’obiettivo che si vuole raggiungere, la rete è sempre una certezza e offre soluzioni adatte per diverse esigenze; che si tratti di semplice materiale di approfondimento o di veri e propri corsi, è ormai chiaro che sul web è possibile trovare praticamente tutto ciò di cui si ha bisogno (il più delle volte anche in maniera completamente gratuita): è sufficiente avere un pc o uno smartphone connesso a internet per ottenerlo. Com’è intuibile, sono le ultime generazioni a farne largamente uso, per via del maggiore uso di internet giorno per giorno: secondo i dati di settore, infatti, i ragazzi italiani trascorrono in media 2,6 ore al giorno connessi alla rete, abitudine che li rende naturalmente più disposti a servirsi degli strumenti presenti online. Eppure l’innovazione tecnologica non è apprezzata soltanto dai più giovani, come i Millennials e gli appartenenti alla Generazione Z, ma anche dagli adulti: il 60% dei genitori, infatti, effettua regolarmente delle ricerche online per supportare i figli con i compiti a casa, in particolare per le materie scientifiche e per le lingue straniere.

Dalla scuola ai corsi di specializzazione

Gli strumenti tecnologici più in uso in questo momento storico sono senza ombra di dubbio le piattaforme che, come Zoom, consentono di effettuare videochiamate in diretta live, sfruttate in particolar modo da insegnanti e studenti per non sospendere la didattica, nonostante la difficile situazione attuale. Ma non è tutto, perché, come detto, c’è una soluzione per ogni tipo di necessità: chi vuole intraprendere una strada professionale che richiede competenze particolari può “farsi le ossa” grazie a manuali e lezioni presenti in rete e pensati per ogni livello di conoscenza. Si pensi ai percorsi di apprendimento delle lingue straniere disponibili su app come quella di Babbel, che ha da poco messo a disposizione degli studenti un mese di corsi gratis e che consente di imparare non solo le lingue più gettonate ma anche quelle meno conosciute come il polacco, ad esempio; un altro valido esempio sono i numerosi siti web che offrono corsi grazie ai quali è possibile imparare da zero i linguaggi di programmazione senza dover frequentare delle vere e proprie lezioni “fisiche”, dunque comodamente da casa, dando una svolta alle proprie competenze professionali.

Non solo apprendimento: gli altri vantaggi dell’uso della tecnologia

L’uso degli strumenti offerti dalla tecnologia porta dei vantaggi da diversi punti di vista. Nel caso dei più piccoli, ad esempio, è stato osservato un aumento della capacità di attenzione e un miglioramento dei tempi di reazione, cosa che va in netto contrasto con il luogo comune della tecnologia considerata come fattore negativo per lo sviluppo mentale dei bambini. Nel caso degli adolescenti e dei giovani adulti, vi è una spiccata apertura mentale, dovuta a una maggiore curiosità verso usanze e culture diverse dalla propria; tale fattore porta inevitabilmente a un più alto livello di empatia rispetto alle generazioni passate, che avevano meno occasioni di confronto con realtà diverse dal punto di vista culturale e sociale.

elearning
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.