Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Antropoli risponde al Pdl: “Ricci non si tocca. Romano? Quando vuole parliamo…”

01 / 09 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


In merito al comunicato a firma del PDL con cui è stato chiesto al sindaco Carmine Antropoli l’avocazione a sé dell’incarico all’ambiente, incarico affidato al consigliere comunale Marco Ricci, il primo cittadino dichiara: “Iniziamo col dire che la TARSU è una tassa di scopo e come tale non può essere superiore al costo del servizio. Quindi nessun aumento si può ipotizzare che faccia capo ai meri capricci dell’amministrazione comunale di turno. La TARSU non è stata aumentata negli ultimi quattro anni e quanto incassato a titolo di tassa per i rifiuti non può essere utilizzato per altri servizi. Evidenzio altresì che i 40 operatori addetti alla raccolta dei rifiuti erano ex dipendenti del consorzio Geoeco, le cui assunzioni non sono affatto da legare né a questa né alla prima amministrazione da me rappresentata. E quindi che se la spesa per il personale incide per il 60% del costo della TARSU certamente quel personale non l’abbiamo assunto noi. Le ultime 12 assunzioni, che si legano al servizio di raccolta differenziata, fatte nel 2005 - e quindi ripeto – quando noi non eravamo al governo della città, hanno fatto lievitare il costo della TARSU di un altro 50%, con aumento di circa settecentomila euro. Non solo ma la raccolta differenziata è stata ereditata ad una percentuale del solo 3% rispetto all’attuale 46 %, segno che chi ha gestito quella delega ha fatto un ottimo lavoro. Da rimarcare ancora che per un sistema obsoleto e unico di smaltimento in discarica, la Provincia ha aumentato il costo da 90 a 152 € a tonnellata, con un aumento del servizio di smaltimento stesso per la città di Capua di ben trecentomila euro. Abbiamo ereditato altresì l’ex stabilimento dello zuccherificio pieno di rifiuti, che costava ben settantamilaeuro l’anno dal 2001; struttura che è stata bonificata da questa amministrazione comunale che adesso non paga più niente. C’è invece da dire che questa amministrazione ha istituito lo sportello ecologico e attende di qui a qualche mese la sua isola ecologica, servizi questi inesistenti prima che noi fossimo chiamati ad amministrare la città. Chiariti questi aspetti tecnici, il consigliere Marco Ricci cui è assegnato l’incarico all’ambiente e all’ecologia e a cui rimarrà tale incarico, è uomo che ha operato con evidente capacità, alto senso delle istituzioni e appartenenza alla squadra di governo, i cui risultati si sono misurati non solo con il successo legato all’ottimo funzionamento della raccolta differenziata ma anche in termini elettorali personali. Per quanto attiene l’incarico al bilancio, avevo chiesto allo stesso PDL di occuparsene ma nessuno ha accettato. Il consigliere Ricci ha voluto accettare tale impegno, presentando in poco tempo una proposta di consuntivo e di bilancio, suggerendo anche soluzioni di cassa più efficienti. Non c’è bisogno dunque di ripetere quindi che Ricci manterrà i suoi incarichi istituzionali. Per quanto attiene all’incontro con l’ON Paolo Romano, nessun problema; a lui mi lega una vecchia amicizia e tutt’ora con piacere ci incontriamo di frequente”.
Politica Capua Alvignano Gioia Sannitica Gioia Sannitica Letino
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.